MY LITTLE HOUSE è una residenza domestica nata nel 2014 da un’idea di Fulvio Ravagnani, che lavora sulla disintermediazione dell’arte contemporanea.

Non fatevi ingannare dal nome, con le mostre in casa non c’entra nulla, né per obiettivi, né per modalità. Non ci sono case meravigliose di super collezionisti, ma piccole case, messe a disposizione da persone normali, che vogliono sperimentare e farsi travolgere dall’esperienza della convivenza con un artista, che lavora nell’intimità della loro casa per 7 giorni. L’artista cambia veste e ruolo, è il demiurgo della vita dell’altro, è invasore, attento e accorto a rispettare il DNA vivente degli spazi e la storia personale dei suoi abitanti. L’invasione dell’artista in una MY LITTLE HOUSE può determinare il coinvolgimento della comunità che la circonda, instaurando così occasioni di dialogo e aggregazione.

In concreto succede che l’artista e il proprietario di una casa si scelgono, l’artista per 1 settimana si trasferisce in questa nuova situazione, viva e lavora in casa con il proprietario. Ogni MY LITTLE HOUSE diventa così diversa e irripetibile. Terminato l’intervento dell’artista, durante il settimo giorno ci sarà una piccola inaugurazione e dopo che l’artista se ne sarà andato, sarà il proprietario di casa a impegnarsi a raccontare il suo lavoro a tutte le persone che chiederanno di visitare MY LITTLE HOUSE. Nessun momento istituzionale, un linguaggio informale non mediato da processi di curatela troppo articolati, sono la garanzia della massima disintermediazione possibile tra il pubblico, l’artista, la sua opera e la sua professionalità, che viene messa così in evidenza. L’artista in qualche modo compie un progetto didattico e relazione che aiuta a rispondere alla domanda: cosa ce ne facciamo oggi dell’arte contemporanea?

MY LITTLE HOUSE 3 #Taranto

La terza tappa di MY LITTLE HOUSE vede protagonista l’artista Cristina Pancini a casa della famiglia Cafarelli di Taranto. Il progetto ha avuto inizio nel loro salotto, con una piccola lezione di storia del paesaggio in pittura. La famiglia e alcuni loro amici hanno...

MY LITTLE HOUSE 2 #Catania

Per la seconda tappa, MY LITTLE HOUSE arriva a Catania, grazie a Balloon Project, con l’artista Natalia Saurin. Il progetto che realizza si chiama Le due Madri. La generatrice e l’educanda, la donatrice di vita e l’insegnante di vita: Sant’Agata e l’Etna sono i due...

MY LITTLE HOUSE 1 #Milano

La prima MY LITTLE HOUSE, nasce un po’ per caso a Milano dall’incontro tra Fulvio Ravagnani e l’artista Cristina Gardumi, che alla proposta di essere la prima a prender parte al progetto ha risposto così: “La possibilità di condividere tempo e spazio creativi con...